8 Passi per creare un piano di web marketing immobiliare efficace

8passi-webmarketing-immobiliare

Trattare un immobile come se fosse l’unico prodotto che hai da vendere, è l’atteggiamento ideale che ogni agente immobiliare dovrebbe avere. Lavorando in quest’ottica, vendi prima e attiri l’attenzione di nuovi potenziali venditori che, grazie alla tua esposizione che ottieni promuovendo i tuoi immobili, vorranno affidare a te l’incarico in esclusiva.

Perché dico di trattare ogni immobile del tuo portafoglio come se fosse l’unico?

Immaginiamo per un attimo, che tu abbia appena avviato la tua attività di agente immobiliare e che, al momento, tu abbia un solo immobile da proporre, daresti o no il massimo e faresti tutto quello che si può fare per vendere un immobile?

Partendo dal presupposto che tu abbia fatto un buon lavoro di acquisizione (hai quindi un immobile che il mercato desidera) ed abbia fatto delle foto professionali accompagnate da una descrizione convincente (se non sai come fare leggi subito questo articolo “Come scrivere annunci immobiliari che vendono in 5 passi +1) , farai un piano di web marketing immobiliare che ti aiuti a dare il massimo della visibilità a quell’immobile.

Ecco la lista delle cose che ti consiglio di fare online per mostrare il tuo annuncio al maggior numero ti potenziali acquirenti interessati, nel minor tempo possibile:

  1. Inserisci l’annuncio sul tuo sito web
  2. Inserisci il tuo annuncio su almeno 1 portale (uno dei principali)
  3. Crea un articolo sul tuo blog immobiliare
  4. Invia una email alla tua lista (o liste partner)
  5. Fai una diretta Facebook
  6. Crea una campagna AdWords
  7. Crea una campagna Facebook Ads
  8. Crea una presentazione dell’immobile (Powerpoint o Keynote)

1) Inserisci l’annuncio sul tuo sito web

Se l’ufficio della tua agenzia immobiliare è il regno incontrastato della tua bacheca immobiliare, lo stesso deve accadere online: il sito della tua agenzia immobiliare, deve essere il primo posto in cui inserire il tuo annuncio e, deve essere il posto in cui, da diverse fonti (es Facebook), inviti le persone per maggiori approfondimenti.

Non vorrai mica mandarli sul portale dove ci sono anche i tuoi concorrenti, vero?

Ovviamente, il tuo sito deve essere facile da navigare, gradevole graficamente e, soprattutto, avere un buon tasso di conversione, ovvero, convertire il maggior numero possibile di visitatori in “richieste specifiche”.
Nella puntata del podcast “Siti Immobiliari Efficaci: le regole da seguire” ho elencato le principali caratteristiche che trasformano un sito immobiliare in un sito che genera clienti, ti consiglio di ascoltarla subito dopo aver letto questo articolo.

2) Inserisci il tuo annuncio su almeno 1 portale (uno dei principali)

Il fatto che io abbia creato un corso che si chiama “Battere i portali”, non vuol dire che sia contro i portali immobiliari. Io sono contro l’uso che se ne fa.

Il problema di fondo è utilizzare i portali immobiliari come se fossero l’unico canale di marketing immobiliare disponibile, ovviamente non è così, ecco perché, oltre i portali, devi usare altri strumenti, soprattutto quelli su cui hai il controllo, che ti consentono allo stesso modo di raggiungere potenziali clienti che vogliono acquistare una casa.

Fatta questa premessa, i portali sono sicuramente un canale interessante, in quanto, la ricerca di casa avviene principalmente su portali e motori di ricerca. Per quanto riguarda gli annunci sui portali, valgono gli stessi suggerimenti adottati per il tuo sito web. Per avere maggiore visibilità, ti consiglio di utilizzare i vari pacchetti che ogni portale mette a disposizione, per far salire il tuo annuncio in cima alle ricerche.

3) Crea un articolo sul tuo blog

Nella puntata del podcast “Perché un Blog funziona meglio degli annunci immobiliari” ho ospitato l’esperto di Blog Aziendali in Italia, Alessio Beltrami, per parlarti dei principali vantaggi di un blog per un’agenzia immobiliare, che ti riassumo qui:

  • scalare posizioni di Google
  • acquisire la fama di esperto
  • educare e sensibilizzare il proprio target (clienti)
  • generare acquisizioni e vendite

In questo caso però, ti propongo un modo diverso (e sperimentale visto che non l’ho visto fare a nessuno), per usare un blog per la promozione di un immobile da vendere. Ovviamente l’approccio dovrà essere diverso da quello che si usa nella scrittura di un annuncio immobiliare.

Quando scrivi un articolo sul tuo blog immobiliare per promuovere un immobile, ti consiglio di fare “il giro lungo”, sfruttando quella fase di ricerca dell’acquirente che precede gli annunci immobiliari. Infatti, saprai bene che, chi vuole acquistare una nuova casa, inizialmente, è interessato più alla zona ed a quello che l’ambiente circostante alla casa ha da offrire, rispetto all’immobile stesso.

Oltretutto, questo tipo di articolo ti permetterà di posizionarti su Google per quelle ricerche dove c’è meno competizione. Per fare un esempio, un titolo di un articolo come “Vendita casa a Roma Eur”, è più difficile che si posizioni nella prima pagina di Google rispetto a questo titolo: “10 buoni motivi per acquistare casa a Roma Eur”.

Questa strategia ti consente, da un lato di scalare più facilmente posizioni su Google, dall’altro di intercettare l’acquirente ancor prima che vada sui portali a vedere annunci. Se poi riesci anche a catturare la sua email e stabilire una relazione a medio-lungo termine, stai piantando più “semini” da cui tirerai fuori delle vendite. Le altre agenzie invece, si concentrano tutte nella fase finale, dove c’è quindi una maggiore competizione e rumore di fondo.

Tornando all’articolo, ovviamente sviscererai i “10 motivi”, chiudendo l’articolo con uno o più immobili che hai da proporre in quella zona. Ad esempio potresti chiudere con una chiamata all’azione del tipo:

“Se stai cercando casa a Roma Eur, in questa pagina abbiamo inserito una selezione degli immobili più interessanti>>”

Un’altra idea di articolo, è quella di raccontare l’immobile in modo esplicito, però raccontando e non elencando caratteristiche! Diciamo che si tratterebbe di un annuncio immobiliare più discorsivo. Fai conto che stai scrivendo un articolo per una rivisita immobiliare.

4) Invia una email alla tua lista (o liste partner)

Quando hai qualcosa di buono fra le mani, puoi fare una cosa molto semplice e diretta: inviare una email alla tua lista. Ovviamente, più la tua lista è qualificata, più hai possibilità che la tua email produca dei risultati. Se ad esempio hai la “lista di attesa” di persone che stanno cercando un immobile con caratteristiche simili a quelle dell’annuncio che vuoi promuovere, quella è sicuramente una lista di qualità.

Non avrebbe senso “sparare nel mucchio”. E’ chiaro che non puoi mandare una email ogni volta che hai un immobile qualsiasi, la strategia perderebbe di efficacia. Fai l’invio solo quando hai qualcosa di davvero interessante e manda quella email solo a quella cerchia di persone potenzialmente interessate.

Nell’articolo “Email Marketing Immobiliare: cosa ti serve per creare una lista di qualità“, ti aiuto a capire come costruire la tua lista, lavoro alla base di una efficace strategia di email marketing immobiliare.

Per quanto riguarda il formato dell’email, puoi mandare una semplice email di testo, dove annunci i benefici principali dell’immobile ed inviti a cliccare sul link che li porterà all’annuncio caricato precedentemente sul sito web della tua agenzia. Il vero lavoro lo farà l’annuncio, la mail ha solo il compito di farsi aprire e cliccare.

Poni particolare attenzione anche all’oggetto, fondamentale per aumentare il tasso di apertura dell’email. Più persone la aprono, più cliccano sul link, più hai possibilità di ottenere dei contatti qualificati per vendere l’immobile.

Per aumentare il tasso di clic, puoi mettere una foto dell’immobile o l’immagine del video (se è presente nell’annuncio).

Se vuoi fare qualcosa di più articolato e più bello graficamente, puoi usare una email grafica (HTML), i principali software di email marketing hanno già questi modelli, facilmente modificabili, dove puoi inserire i tuoi testi ed immagini.

5) Crea una campagna AdWords

Se le persone usano Google per cercare Immobiliare.it (vedi immagine qui sotto) 

ricerca immobiliare.it su google

Strumento per la ricerca di parole chiave di Google AdWords 

è il caso di pensare anche a Google come strumento per intercettare gli acquirenti, oltre che i portali stessi. Il vantaggio di prendere per mano il potenziale cliente e portarlo sul proprio sito, lontano dalla concorrenza asfissiante che c’è sui portali, è un modo per avere la sua totale attenzione sulle tue proposte.

Come primo passo individua quali sono le parole chiave correlate al tuo immobile e, soprattutto, quali sono le parole che le persone comuni cercano su Google. Non commettere l’errore di pensare da agente immobiliare, devi pensare da acquirente. L’acquirente non usa parole tecniche, usa parole più semplici. Non usa trilocale, usa casa, appartamento, villa ecc…

Dopodiché crea degli annunci che rispondono alla ricerca dell’utente e lo invitano a cliccare per andare sull’annuncio.

Il fatto di posizionare il tuo sito nella prima pagina di Google (decidi tu quanto investire al giorno, anche solo 5€) non solo ti permette di attingere ad una fonte in più per intercettare acquirenti qualificati (cosa che poche agenzie fanno) ti aiuta anche a trovare nuovi venditori che, impressionati dalla tua capacità di posizionare i tuoi annunci su Google, avranno un motivo in più per affidarsi alla tua agenzia per vendere il proprio immobile.

Se vuoi approfondire l’argomento AdWords, ho realizzato un video che ti spiega in modo approfondito come funziona e come puoi utilizzarlo per vendere i tuoi immobili “>>Video: Come vendere case su google con AdWords

6) Crea una campagna Facebook Ads

A differenza di Google AdWords, dove intercetti persone che attivamente cercano un immobile (es: vendita case a roma eur), in Facebook Ads puoi intercettare persone che rispondono al tuo target. Nel secondo caso, le persone “non stanno cercando attivamente”, ma potrebbero essere interessate a cliccare sul tuo annuncio, mentre “fanno altro” su Facebook. Quando dico fare altro, sai bene a cosa mi riferisco, dal farsi gli affari dei propri amici al giocare a candy crush, condividere foto di gattini ecc…

Però, e c’è un bel però, non è vero che su Facebook non è possibile fare business. Si può fare, a patto che tu conosca le regole del gioco. Di certo non puoi trattare facebook come se fosse un altro portale immobiliare, non funzionerebbe.

La strategia che ho usato di recente per la campagna Facebook fatta per un costruttore, è stata questa:

  • creare una pagina con nome evocativo (Es: le case più belle di [nome città/zona]
    (se hai già una pagina aziendale, usa pure quella, nel mio caso specifico il costruttore non aveva una pagina ed abbiamo deciso di farne una in linea con la campagna che stavamo facendo)
  • popolare la pagina di fan (campagna Facebook ads specifica per la crescita dei fan)
  • popolare la pagina di post utili (vedi: non promozionali, o meglio, non palesemente)
  • creare un album fotografico dell’immobile (con molte foto) con descrizione e link al sito e sponsorizzarlo

Ti allego uno screenshot dei risultati di uno dei post sponsorizzati creati per la campagna Facebook Ads del costruttore in questione:

statistiche campagna facebook immobiliare

Statistiche campagna facebook ads immobiliare

Come vedi dai clic sul link (che puntano al sito web), l’interesse c’è e viene confermato dai contatti effettivi che poi arrivano al costruttore.

7) Crea una presentazione dell’immobile (Powerpoint o Keynote)

Al di là del sito web, dei canali social delle email ecc… Una semplicissima presentazione dell’immobile in formato Powerpoint o Keynote, può rivelarsi utile in molte circostanze, ad esempio:

  • in agenzia per presentare l’immobile al cliente, aiutato dalle immagini
  • puoi caricare la presentazione su Slideshare ed avere visibilità extra oltre che caricare la slide sul tuo sito web o sui social ( lo youtube delle slide)
  • puoi usare la funzione di Powerpoint o Keynote che ti permette di commentare le slides e salvare il tutto in un video che puoi caricare sul tuo sito, Youtube o Facebook!
  • in open house per fare una presentazione generale dell’immobile

Le slide ti aiutano a dare una sequenza logica alla presentazione grazie alle immagini. Un conto è spiegare una cosa, un conto e spiegarla mostrando delle foto o del testo che accompagna il tuo discorso.

Ecco gli elementi che ti consiglio di inserire nella tua presentazione:

  • descrizione della zona
  • vantaggi/benefici della zona
  • descrizione generale dell’immobile
  • caratteristiche e vantaggi dell’immobile
  • presentazione di ogni ambiente (1 slide per ogni ambiente)
  • chiamata all’azione (considerando che finirà anche online questa presentazione)
  • presentazione agente/agenzia e contatti

Una volta terminata la presentazione, pubblicala su slideshare, youtube e facebook. A loro volta, questi siti ti permetteranno di copiare e incollare (o “embeddare”) video o presentazione sul tuo sito o sui social.

Immagina quanto potrebbe aiutarti ogni presentazione di questo tipo, sia agli occhi di potenziali venditori, sia agli occhi di potenziali acquirenti. Ogni presentazione, è idealmente uno strumento di vendita e di acquisizione.

8) Fai una diretta Facebook

Come saprai, da qualche tempo Facebook ha inserito la funzione “live” che permette a chiunque (profili e pagine) di andare in onda dal proprio smartphone. Perché non sfruttare questa grande opportunità di visibilità che offre Facebook?

A differenza della presentazione in powerpoint, questa volta fai una vera e propria “televendita”. Il bello di questo formato è che, senza che le persone si muovano dalle loro case o dai loro uffici, tu puoi mostrare loro in diretta l’immobile, commentarlo e rispondere alle loro domande! Infatti, durante la diretta le persone possono interagire con te commentando.

Insomma, è come mostrare simultaneamente l’immobile a 50/100/200 persone, a seconda del numero di fan o amici che ti seguono.

Ma non finisce qui, una volta terminata la diretta, il video viene resta disponibile sulla pagina. Quindi puoi distribuire il link di questo video in diversi canali, ad esempio:

  • via newsletter (vedi punto 4)
  • nell’annuncio sul tuo sito web
  • su altri social (es: LinkedIn)
  • nel tuo blog (vedi punto 3)

Ti consiglio di promuovere l’evento della diretta sia prima, per avere partecipanti durante la live, che dopo, per mostrare a quante più persone possibile il video di presentazione dell’immobile.

Spero di averti dato utili spunti per promuovere i tuoi immobili. Se ti è piaciuto l’articolo condividilo o lascia un tuo commento qui sotto, ti ringrazio già da ora per questo 😉

Commenti Facebook
The following two tabs change content below.
Consulente e Formatore, autore del libro: “I Segreti del Web Marketing Immobiliare”, (Franco Angeli), si occupa di Marketing in Justimmobili - la Web Agency specializzata in Siti Immobiliari. Tiene corsi di Formazione sul web marketing immobiliare. Con questo Blog aiuta agenzie, costruttori ed investitori a conoscere e ad applicare i vantaggi del web marketing nel settore immobiliare.

Lascia un commento