Email marketing immobiliare: cosa ti serve per creare una lista di qualita’

Se non sai da che parte iniziare per fare email marketing, in questo articolo ti mostro gli strumenti di cui necessiti per costruire la tua lista di email

Email Marketing ImmobiliareSe e’ vero che il Pay Per clic – vedi Adwords o Facebook Ads – è ancora poco noto e pressoche’ inutilizzato dagli operatori immobiliari, l’email marketing non gode di migliore notorieta’.

Per email marketing intendo un uso strategico del “mezzo email” che ha come obiettivo l’incremento del ROI e – di conseguenza – del fatturato.

L’email e’ uno degli strumenti più longevi del web, e forse piu’ efficaci a scopo di marketing. Un buon piano di web marketing immobiliare non puo’ non includere l’email fra gli strumenti da utilizzare.

L’email ti permette di raggiungere quando vuoi i tuoi iscritti per invitarli a visitare il tuo sito web, le tue news, le tue offerte. Insomma, puoi metterti in contatto con il tuo target ogni volta che lo desideri in modo veloce e soprattutto economico.
L’email ha praticamente azzerato i “costi di spedizione” postali.

Di cosa ho bisogno per fare email marketing immobiliare?

Premesso che ogni campagna meriterebbe una strategia ad hoc, vediamo insieme quali sono le linee guida per creare una lista di contatti qualificati su cui fare azioni di email marketing con l’obiettivo di incrementare le opportunita’ di business di una agenzia immobiliare .

Prima di tutto hai bisogno di una lista.

Se non hai una lista di indirizzi email puoi anche scrivere l’email piu’ persausiva del mondo ma non venderai mai nulla. Forse ti sara’ capitato di ricevere offerte – ironia della sorte, via email – per l’acquisto di liste email gia’ pronte a prezzi molto bassi. Sulle liste “acquistate” ho una mia opinione: meglio evitare.

Al di la’ del fatto che la legge sulla privacy e’ molto chiara su questo:

“non puoi inviare email senza il consenso da parte dell’interessato”

Questo significa che in teoria non potresti usare queste liste perche’ non avendo il consenso dei destinatari non potresti inviare loro nessuna comunicazione.

Oltre l’aspetto legale ce n’e’ un altro da considerare sulle liste email in vendita. Quando invii una email a perfetti sconosciuti, le probabilita’ che questi aprano l’email (tasso di apertura o open rate) e’ molto, molto piu’ bassa rispetto all’invio indirizzato a persone che si sono iscritte alla tua lista spontaneamente e che quindi ti conoscono.

Morale della favola, inutile mandare centiaia di migliaia di email a perfetti sconosciuti, meglio 1000 email indirizzate a chi ti conosce e – cosa non da meno – e’ interessato ai tuoi contenuti, prodotti e servizi.
Nell’email marketing ha certamente un peso la quantita’  dei contatti, ma mai a discapito della qualita’. In questo momento so esattamente la domanda che ti frulla nella testa… e’ per caso questa?

Come faccio a creare una lista per l’email marketing?

E io che ce sto a fa qua’? Mo te lo dico 🙂

Esiste una ricetta molto molto buona per creare una sana e robusta lista e si sa’, spesso i piatti piu’ gustosi sono quelli piu’ semplici.

Ecco gli ingredienti:

  • software email marketing
  • un modulo di registrazione sul tuo sito/blog
  • una ricompensa (da scaricare o news)

Vediamo uno ad uno questi strumenti.

Software email marketing

Non puoi pretendere di fare email marketing con i classici programmi per ricevere ed inviare email ad uso personale. Quei software sono stati progettati per l’uso one to one (uno ad uno) e non per invii massivi, inadatti dunque per l’email marketing. Quindi togliti dalla testa di poter usare Outlook, piuttosto che Thunderbird per fare email marketing, sarebbe come giocare un torneo di tennis con la racchetta giocattolo di plastica di tuo figlio, o magari la racchetta per catturare le zanzare in estate.

Le soluzioni sul mercato sono diverse ed i costi abbordabili.

te ne segnalo un paio in lingua italiana:

In tutti e due i casi e’ possibile fare una prova gratuita. Per maggiori informazioni ti invito a visitare direttamente i siti e quindi a provare il software che piu’ rispecchia le tue esigenze. Se vuoi trovarne altri ti basta digitare “software email marketing” su google, troverai moltissime altre soluzioni.

La cosa che piu’ mi preme ora e’ di spiegarti perche’ non puoi fare a meno di un software per condurre delle campagne di email marketing professionali.

Ecco alcuni motivi:

  • scongiurare rischio black list
  • contenere lo spam
  • statistiche di invio per misurare il comportamento degli utenti
  • automatizzare iscrizioni/cancellazioni
  • template grafici facili da personalizzare

BLACK LIST
E’ la lista nera in cui vanno a finire gli spammers (consapevoli e non). Se per esempio fai un invio dal tuo outlook a 200 email in cc (copia carobone) o ccn (copia carbone nascosta) la probabilita’ che la tua email venga catalogata come “spam” e’ molto alta. Finire in una black list vuol dire non poter piu’ inviare email agli indirizzi email di tutti quei provider (fornitori di servizi internet come gmail, libero, yahoo ecc…) che utilizzano quella determinata black list per ridurre il fenomeno dello spam.

Se vai a finire nella black listi di gmail ad esempio, non puoi piu’ inviare email ai tuoi contatti che usano gmail.

CONTENERE SPAM
I software di email marketing riducono il problema grazie ai loro potenti mezzi costituiti da infrastrutture hardware e software. Inoltre ci sono programmi di email marketing che misurano il livello di “spam” rivelando il punteggio del messaggio esaminato prima ancora che venga spedito. Una sorta di test pre invio.

STATISTICHE DI INVIO
Questo e’ uno degli aspetti piu’ interessanti di un software di email marketing. Puoi scoprire il comportamento degli utenti leggendo alucuni dati statistici come ad esempio:

  • il tasso di apertura delle email
  • il tasso e numero di clic su eventuali link contenuti nel messaggio
  • il tasso di email non consegnate (bounce rate)
  • le email con errori
  • le cancellazioni dalla lista in riferimento ad ogni singolo invio

Come vedi puoi misurare il successo di ogni invio grazie ai dati statistici forniti da un software di email marketing professionale.
Solo se puoi misurare puoi migliorare le tue performances. Inviare email senza sapere quale e’ stato il riscontro e’ come brancolare nel buio.

AUTOMATIZZARE ISCRIZIONI E CANCELLAZIONI

Senza un software di email marketing dovresti gestire manualmente le iscrizioni e le cancellazioni. Un lavoro che richiede tempo e non e’ immune ad errori di battitura. Immagina di dover inserire nella tua rubrica il contatto di una persona che si e’ iscritta alla tua lista (nome, cognome, email ecc…) insomma un lavoraccio. E non e’ finita qui. Piu’ crescera’ la tua lista piu’ riceverai richieste di cancellazione. Anche queste dovresti gestire manualmente. Il software di email marketing invece automatizza tutto. Le persone si iscrivono autonomamente dal tuo sito, inserendo tutti i loro dati, e possono auto cancellarsi sempre da soli grazie all’apposito link contenuto in ogni messaggio che invii. In questo caso il lavoro richiesto da parte tua e’ uguale a zero.

GRAFICA EMAIL
Un altro vantaggio di un software di email marketing e’ l’uso di template grafici gia’ pronti. Hai presente quelle belle email che ti arrivano da Groupon piuttosto che da eDreams e altri portali del genere? Hai presente il design della mail? Sembra quasi la pagina di una rivista patinata no? Ecco con un software di email marketing hai a disposizione una serie di template grafici gia’ pronti che potrai modificare con molta semplicita’, cambiando i testi e se lo vorrai le immagini senza doverti proccupare della struttura gia’ preimpostata.

 

Modulo di registrazione

Per fare in modo che le persone ti lascino la loro preziosa email devi dargli un modulo – detto anche form – dove inserire quanto meno nome ed indirizzo email. Il luogo ideale in cui inserire questo form è il sito web (preferibilmente nella pagina piu’ visitata) o il tuo blog se ne hai uno. Se non hai un blog te ne parlo in questo articolo.

Tieni a mente questo concetto

piu’ informazioni chiedi meno iscritti ottieni.

Mi spiego. Se oltre al nome e alla email – piu’ che sufficienti per iniziare un rapporto epistolare – chiedi anche il cognome, l’azienda, data di nascita, partita iva ecc… non fai altro che scoraggiare le persone a registrarsi e ridurre notevolmente il numero degli iscritti.

Il momento della registrazione e’ una parte molto delicata, quindi non imporre barriere gia’ all’inizio del processo che da una semplice registrazione ad una newsletter puo’ portare un utente a diventare un utente affezionato, poi un potenziale cliente, poi una trattativa ed infine un contratto di acquisizione, vendita o affitto.

Ricompensa

Scegliere il software di email marketing e piazzare un form nel tuo sito web per la raccolta di iscritti non basta per far prosperare e crescere la tua lista, ci vuole un po’ d’olio. Se non “ungi” ottieni poco o nulla.

Devi dare un buon, anzi un’ottimo, motivo alle persone per iscriversi alla tua lista. Il metodo piu’ efficace per ottenere registrazioni alla tua mailing list e’ offire una ricompensa.

Per ricompensa intendo un contenuto interessante da poter dare in pasto ai tuoi utenti una volta registrati. Questo contenuto puo’ essere consegnato in diverse forme – come pdf o video – e soprattutto deve essere di valore.

Piu’ sara’ alto il valore del contenuto che regali in cambio di un indirizzo email, piu’ sara’ alta la probabilita’ che gli iscritti alla tua newsletter continuino ad aprire le tue email, fidarsi di te e – di conseguenza – “affidarsi” a te nel momento in cui ne avranno bisogno. (Vedi diventare clienti).

Quale contenuto di valore regalare a chi vuole comprare o vendere casa?

Tutto dipende dall’obiettivo della lista che vuoi creare. Se ad esempio il tuo obiettivo e’ creare una lista per ottenere acquisizioni immobiliari potresti creare articoli con un taglio del genere:

  • 7 cose da sapere prima di scegliere l’agenzia immobiliare
  • Come stimare il valore del tuo immobile prima di vendere
  • vendi casa in 3 mosse: strategie per vendere prima al prezzo giusto

Scrivi uno o piu’ articoli interessanti che offrano sul serio valore ai tuoi potenziali clienti. Poi offri la possibilita’ di scaricarli gratis inserendo nome ed email nell’apposito form di iscrizione alla tua newsletter.

Ricapitolando, per condurre delle profittevoli campagne di email marketing hai bisogno di un software professionale, di un modulo di registrazione sul tuo sito o blog ed infine di una ricompensa da offrire. Questi strumenti ti permetteranno di creare la tua lista.

La lista e’ l’elemento cruciale della tua strategia di email marketing. Senza una lista sei come il cantante senza pubblico, hai presente quello delle Iene? Ecco, quello li 🙂

Altrettanto importante e’ il contenuto delle email che invii, ma di questo parleremo in un prossimo articolo.

Articolo di approfondimento

Se vuoi approfondire ti consiglio di leggere questo articolo “11 convincenti motivi per usare l’email marketing nell’immobiliare”

Se ti è piaciuto questo articolo ti invito a condividerlo sul tuo social network preferito (vedi icone colorate qui sotto).

Commenti Facebook
The following two tabs change content below.
Consulente e Formatore, autore del libro: “I Segreti del Web Marketing Immobiliare”, (Franco Angeli), si occupa di Marketing in Justimmobili - la Web Agency specializzata in Siti Immobiliari. Tiene corsi di Formazione sul web marketing immobiliare. Con questo Blog aiuta agenzie, costruttori ed investitori a conoscere e ad applicare i vantaggi del web marketing nel settore immobiliare.

Lascia un commento