Una Potente Strategia di Web Marketing Immobiliare per Uscire dalla Mischia in 9 Passi

In questo articolo sintetizzo in 9 passi una Strategia di Web Marketing Immobiliare che puo’ essere applicata efficacemente da Agenzie Immobiliari e Costruttori, per ottenere più contatti online, aumentare credibilita’ ed autorevolezza, e di conseguenza influire positivamente su vendite ed acquisizioni.

Per fare una ulteriore semplificazione diciamo che, per far “funzionare” il tuo marketing online nel settore immobiliare, hai bisogno principalmente di 2 cose:

1) Strumenti

Ci vogliono gli strumenti giusti per trasformare i navigatori in clienti. Inutile avere tanti visitatori sul proprio sito web se questo non e’ in grado di trasformare queste visite in contatti reali come email e telefonate. Sarebbe un po’ come affidare un incarico ad un venditore per niente bravo che non riesce a chiudere neanche la trattativa piu’ “facile”.

2) Traffico

Senza traffico web, anche gli strumenti migliori diventano inutili. L’efficacia degli strumenti viene annullata se questi non ricevono traffico e quindi visite di potenziali clienti. Spesso pero’ si pensa – erroneamente – che in internet il traffico sia tutto, che basti cioe’ far arrivare tante visite sul sito affinche’ questo produca risultati.

Ragionamento completamente S B A G L I A T O !

Lo scopo di questo articolo e’ proprio questo: mostrarti quali sono gli strumenti giusti che ti servono per raggiungere i tuoi obiettivi di marketing e come fare per portare traffico giusto su questi strumenti. Avere gli strumenti senza traffico o viceversa equivale al pescatore che tenta di catturare pesci con una rete bucata, o al contrario avere una rete intatta in un mare senza pesci.

9 Passi per una Strategia di Web Marketing Immobiliare Efficace

Step 1: Costruisci un Sito Immobiliare Efficace

Se il sito non funziona inutile promuoverlo online. Equivale a buttare soldi dalla finestra (meglio farsi una vacanza). Il sito e’ un pilastro fondamentale in una strategia di web marketing vincente. Sul sito sei autorizzato a parlare di te e dei tuoi prodotti. Ma tutto diventa inutile se questo sito non riceve visite di persone realmente interessate a cio’ che il sito offre. Quindi e’ inutile – se non addirittura dannoso – investire in pubblicita’ online se si possiede un sito che “caccia via” i clienti perche’ non risponde alle loro esigenze o perche’ magari e’ complicato da navigare o povero di informazioni.

Il Design non e’ come sembra o come appare, il Design e’ come funziona.”

(Steve Jobs)

Steve Jobs applicava questo principio ai suoi prodotti. Lo stesso principio vale anche per il web design. Steve Jobs era convinto – e aveva ragione – che non bastava realizzare prodotti esteticamente accattivanti, questi prodotti dovevano essere belli, funzionali e facili da usare.

Quindi il DESIGN veniva messo al servizio della funzionalita’ e della utilita’ di un prodotto e non il contrario. Non preoccuparti di realizzare un design bello, preoccupati prima di tutto di realizzare un design che funzioni.

E’ con questo concetto che dovresti progettare il tuo sito web, ed ‘e con questo approccio che sviluppiamo siti in Justimmobili.it . Recentemente un iscritto alla mia newsletter ha commentato uno dei siti che realizziamo in Justimmobili dicendo che era “troppo semplice” e la mia risposta e’ stata: <<era proprio quello che volvevamo!>>.

“Il Sito della Tua Agenzia Immobiliare non deve essere né un Quadro né un’Opera d’arte ma semplicemente uno Strumento in grado di convertire visitatori virtuali in contatti reali. Se poi oltre a funzionare e’ anche bello, tanto di guadagnato.”

Progetta il sito per i tuoi clienti, non perché secondo te così è meglio.

Purtroppo l’approccio classico degli agenti immobiliari e dei costruttori che si apprestano a realizzare il sito web spesso e’ pensare secondo la propria testa e non quella dei clienti che dovrebbero usarlo. Se ci pensi bene in fin dei conti sono i tuoi clienti a dover usare il sito, sono loro a doverlo trovare utile, veloce, semplice e gradevole e – soprattutto – a trovare l’immobile che gli interessa, con le informazioni che servono e nel modo piu’ veloce ed intuitivo possibile. Cerca di spostare il tuo punto di vista verso il cliente e partirai con il piede giusto.

Sito Complicato VS Sito Semplice
La differenza fra un sito web complicato ed uno semplice la vedi con chiarezza nell’immagine qui sopra. Il tuo sito deve essere auto intuitivo, le persone devono sapere immediatamente come muoversi senza dover fare alcun ragionamento.

Le caratteristiche di un sito web immobiliare efficace:

  • Ottimizzato per i Motori di Ricerca (Google)
  • Orientato al raggiungimento degli Obiettivi (email/telefonate)
  • Design professionale e funzionale (Utile)
  • Annunci ricchi di informazioni
  • Ricerca dell’immobile veloce ed intuitiva

“Inizia a vendere dal sito. Non aspettare che i clienti entrino in agenzia, potrebbe essere troppo tardi.”

Step 2: Costruisci le Tue Landing Pages

Le Landing Pages, particolari pagine web, sono il tipo di pagine migliore per far fruttare i soldi investiti in advertising. Le Landing Pages sono pagine web studiate con un unico obiettivo (es: vendita di un signolo immobile). A differenza del sito web una landing page ottiene maggiori contatti perche’ punta ad un target specifico e ha un obiettivo unico. Esempio: clienti interessati alla villa in Sardegna.

Adattando al contesto una frase di Marco De Veglia – specialista in Brand Positioning – una landing page ha la precisione di un puntatore laser. Quando progetti una landing page la fai gia’ sapendo a quale tipo di persona ti rivolgerai (es: chi cerca su Google “appartamenti centro storico Roma). In questo modo puoi dare una risposta decisamente migliore rispetto al classico sito web dove le informazioni te le devi cercare mentre in una landing page sono le informazioni a trovare te. In soldoni, se vuoi ottenere piu’ velocemente contatti per un determinato immobile piuttosto che ottenere piu’ iscritti alla tua newsletter, hai bisogno di una o piu’ landing pages progettate ognuna con uno specifico scopo.

Landingpage Immobiliare

Come vedi -immagine sopra – qui mettiamo a confronto un sito web ed una landing page. La landing page, non dovendo fare il lavoro di un sito e quindi dare tutte le informazioni che un sito e’ tenuto a mostrare, puo’ concentrarsi sul prodotto che la persona stava cercando, fornendo informazioni verticali ed offrendo una unica azione possibile, il contatto.

Efficacia Landing Page Mono Prodotto

Siamo bombardati tutti i giorni dagli spot delle multinazionali ma difficilmente cerchiamo di sfruttare le loro stesse strategie nel nostro business. Tu mi dirai… ma che c’entra con le landing pages? Ti ho mostrato questo spot, cosi come potrei motrartene tanti altri perche’ il concetto che viene utilizzato dalle landing pages e’ lo stesso. Una pagina, un prodotto, un obiettivo, quindi piu’ probabilita’ di fare centro, perche’ puoi concentrarti sulle esigenze, aspettative e desideri del cliente ideale per quel tuo specifico prodotto.

Step 3: Costruisci la Tua Lista Email (list building)

“La lista email e’ un pilastro fondamentale del web marketing. Sei tu che scegli quando invitare le persone sul tuo sito.”

I soldi sono nella lista. Mai sentita questa frase? Se hai una lista di potenziali clienti hai una base su cui potrai sempre contare per sviluppare business. Creare e far prosperare la tua lista email e’ probabilmente l’attivita’ piu’ importante del web marketing. E poi e’ molto piu’ intelligente e sicuro investire sulla propria lista email anziche’ farlo su canali su cui non hai il pieno controllo (vedi social network o portali).

Se hai una lista email (creata con criterio e non a casaccio), anche se ti chiudono la pagina Facebook, il canale Youtube, Twitter ecc… grazie alla tua lista puoi contattare i tuoi iscritti nel modo piu’ veloce ed economico riportandoli su un nuovo sito, pagina facebook, twitter, youtube ecc… Per assurdo, potresti generare business anche senza un sito web, avendo una lista email di qualita’. Con una lista hai in pugno i tuoi contatti, e soprattutto sono tuoi e non del Mark Zuckerberg di turno. Se ti interessa approfondire l’argomento email marketing immobiliare, leggi questo articolo: “11 convincenti motivi per usare l’email marketing nell’immobiliare”

Vuoi tanti iscritti? Offri una ricompensa.

Un semplice link con la scritta “Newsletter” non invogliera’ le persone a registrarsi sul tuo sito. Oggi prima di inserire il ns indirizzo email in un form ci pensiamo 100 volte. Abbiamo paura di essere inondati da email spam che intasano la casella di posta. Il modo migliore per ottenere iscritti e’ regalare contenuto di valore, di interesse per i tuoi potenziali clienti. Ottieni 2 vantaggi, piu’ iscrizioni ed accresci la tua reputazione online, come professionista ed esperto del settore.

Qualche Titolo di Esempio per mini Ebook (Report) che puoi offrire in cambio della registrazione alla tua newsletter immobiliare:

  • 7 consigli prima di comprare casa
  • Come ottenere il mutuo migliore
  • Come stimare il valore del tuo immobile
  • Come scegliere un agente immobiliare professionale

Questi sono solo alcuni esempi di contenuti – in vari formati come PDF, Video, Podcast – che potresti offrire alle persone che si iscrivono alla tua newsletter. Sono informazioni banali per te ma preziose per i tuoi clienti. Non dare per scontato la tua professionalita’ e le tue competenze, offrire contenuti di valore e’ un efficace metodo per dimostrarle. Trasferisci una parte di queste nozioni ai tuoi clienti ed ottieni stima, riconoscenza, credibilita’ e visibilita’.

Step 4: Pianifica una Strategia di Email Marketing

Fare marketing a costo [quasi zero se hai gia’ una lista] senza comprare pubblicita’

Solo dopo aver implementato una strategia di list building e quindi aver creato una lista, puoi iniziare a pensare di fare email marketing sul serio ed inviare messaggi ai tuoi iscritti. Anche qui, manco a dirlo, ti serve una strategia.

Vuoi trasformare gli iscritti in clienti? Coltiva la tua lista.

Ottenere un iscritto alla tua lista non vuol dire avere un cliente. Il processo e’ lungo ma la costanza premia e, una volta capito il modo di “connetterti” con i tuoi iscritti e creato un “rapporto” puoi davvero raccogliere i frutti. Ci vuole il giusto mix nell’offrire contenuti di valore e piazzare al momento giusto l’offerta per proporre i propri servizi, sia per l’acquisizione che per la vendita. Ecco alcuni suggerimenti per “nutrire” la tua lista di contatti email:

  • Continua ad offrire valore (articoli blog, pdf, video, podcast)
  • Fai domande/proponi sondaggi
  • Rispondi alle domande che ricevi piu’ di frequente
  • Invitali ai tuoi eventi dal vivo
  • Offri il tuo aiuto/consulenza

Come offrire quindi ulteriore valore alle persone che si sono iscritte alla nostra newsletter? Regalando altri mini ebook in PDF, realizzando video formativi, scrivendo articoli sul tuo sito/blog. I sondaggi ti aiutano a coinvolgere i tuoi iscritti e soprattutto a conoscere meglio il tuo target (per colpirlo meglio!). Rispondere alle domande e’ un ottimo sistema per instaurare una conversazione. Incontrare i tuoi iscritti dal vivo rafforza il rapporto ed aumenta la fiducia e credibilita’, magari riproponendo il video dell’evento sul tuo canale youtube e sul tuo blog.

Step 5: Crea il Tuo Blog Immobiliare

“Posizionarsi in alto su Google, Accrescere reputazione e fama. Attirare clienti Qualificati. Ecco cosa puo’ fare un Blog.”

Un blog non e’ altro che un sito web progettato per la pubblicazione di articoli, quindi una tipologia di sito fortemente orientata ai contenuti (anche video). Un blog e’ la versione “dinamica” di un sito, nel senso che da importanza ai contenuti più recenti. Quindi l’ultimo articolo pubblicato prende il posto di quello precedente, facendo in modo che l’ultimo articolo sia sempre il piu’ fresco.

Un sito web – a differenza del blog – da la priorità ai prodotti dell’azienda, presentazione, contatti ecc… Spesso e volentieri la home page di un sito web e’ costituita dal “chi siamo” o dalle offerte. Altra caratteristica peculiare di un blog e’ la possibilita’ di interazione che offre ai lettori. Le persone possono commentare ed interagire con l’autore dei post (articoli).

Grazie al blog puoi scrivere articoli che interessano al tuo target e fare in modo che siano i clienti a cercare te – grazie agli utili contenuti che offri – e non il contrario.

Di validi motivi per aprire un blog ce ne sono molti. Per quanto riguarda i contenuti, un blog ti consente di uscire dal linguaggio “giacca e cravatta” dei siti e di utilizzare una comunicazione piu’ diretta e confidenziale – con una voce umana per intenderci – in grado di accorciare le distanze fra lettore ed autore. Un blog puo’ creare un legame con gli utenti decisamente piu’ forte rispetto a cio’ che puo’ fare un sito. Con un blog puoi instaurare una conversazione con i tuoi lettori, il che aumenta le possibilita’ di trasformare semplici lettori in clienti.

Ecco in forma sintetica i principali vantaggi di un Blog Immobiliare:

  • Visibilita’ su Google
  • Autorevolezza
  • Educazione e selezione clienti
  • Generazione contatti commerciali (acquisizioni e vendite)

Perche’ un blog ti aiuta a salire sui motori di ricerca?

Cerchero’ di spiegartelo con un linguaggio semplice – non sono un guru tranquillo, quelli stanno in India 🙂 – Google preferisce mettere in testa i siti con molto contenuto e piu’ i contenuti sono aggiornati con costanza e frequenza e meglio e’. Non e’ tutto. Google ama ancor di piu’ quei siti che restringono il campo su un tema specifico. Il fattore piu’ importante per salire sui motori di ricerca e’ costituito dal numero di link in entrata (siti che mettono un link verso il tuo) che hai. L’ideale sarebbe ricevere link dai siti piu’ importanti del tuo settore (ad esempio portali immobiliari o siti/blog di news immobiliari)

Un blog e’ il sito ideale per Google che scandaglia la rete H24 per pescare nuovi contenuti, freschi, specifici ed originali, apprezzati (linkati) da altri siti che parlano dello stesso argomento.

“Vuoi trasformare i tuoi lettori in Fan? Crea contenuti che loro amano.”

Piu’ scriverai contenuti verticali sul tuo settore piu’ aumenterai la tua visibilita’. Di conseguenza avrai piu’ lettori e probabilita’ di essere segnalato da altri siti e ricevere i famosi link in entrata (link building).

I Social Network poi – per quanto riguarda la diffusione dei contenuti – giocano un ruolo molto importante. Quante volte hai visto un articolo interessante condiviso su Facebook o Twitter? La qualita’ viene condivisa. Quindi non commettere l’errore di scrivere articoli tanto per farlo. I tuoi articoli devono essere interessanti ed utili per il tuo target.

Step 6: Misura i risultati delle attivita’ Online

“Grazie ad un software di statistiche come Google Analytics puoi scoprire se il tuo sito ed i siti in cui compri pubbclicita’ funzionano oppure no.”

Internet e’ misurabile perche’ permette di tracciare tutto quello che accade online. Immagina se il Direttore Marketing di una Catena di Supermercati volesse scoprire cosa guardano i clienti, su quale scaffale e prodotto si soffermano di piu’ e se poi comprano. Per fare tutto questo bisognerebbe mettere una telecamera in ogni angolo del super mercato – senza parlare delle implicazioni sulla privacy – ed una persona che analizzi ore di video per ricavarne dei dati utili. Nel tuo sito web, basta un software di statistiche – gratuito – come Google Analytics.

Con Google Analytics (o altri software di statistiche come Shinystat e Clicky, per citarne alcuni) puoi monitorare cio’ che accade sul tuo sito e misurare i risultati.

Cosa puoi misurare con Google Analytics:

  • Numero di Visite sul tuo sito web
  • Le parole chiave che usano gli utenti per trovarti sui motori
  • Il tempo medio di permanenza sul tuo sito web
  • Gli obiettivi raggiunti dal sito web (es: richieste contatto, iscrizioni newsletter ecc…)
  • Le pagine piu’ visitate del sito
  • La provenienza geografica dei visitatori
  • La provenienza di clic da altri siti che parlano di te
  • e molto altro…

Grazie a Google Analytics potresti tenere traccia anche di una pubblicita’ off-line, ti chiedi come? Facciamo un esempio e poniamo il caso che tu abbia comprato la pagina di un quotidiano o magazine locale. Il contenuto del messaggio pubblicitario deve invitare le persone a visitare una pagina dedicata – che userai solo per quella pubblicita’ – in questo modo saprai che tutte le visite pervenute su quella pagina avranno come fonte quel particolare quotidiano o magazine. Quindi potrai scoprire il tempo medio di permanenza sulla pagina – piu’ e’ alto il tempo di permanenza piu’ e’ interessante la tua offerta – e soprattutto puoi scoprire se una parte di quei visitatori si sono trasformati in contatti (modulo contatto sito) e quindi tirare le somme fra quanto hai speso e quanti contatti hai ottenuto.

“L’unico scopo dell’advertising è ottenere delle vendite. Non deve comunicare il vostro brand. Non serve a far conoscere il vostro nome alla gente…quindi trattatelo come se fosse un venditore.”

(Claude Hopkins 1866-1932)

Scopri cosa Guardano sul Tuo Sito:

HeatMap: cosa guardano sul tuo sito

L’immagine che vedi qui sopra e’ una Heat Map (mappa di calore) del sito www.iltettoimmobiliare.it Le heat map servono per capire dove effettivamente va lo sguardo delle persone mentre navigano il tuo sito web. Per vedere le heat map del tuo sito devi installare un software. Ad esempio questa heat map e’ stata generata da Clicktale, un software che permette di scoprire dove gli utenti muovono il mouse, cliccano e addirittura permette di registrare – in modo anonimo – intere sessioni di navigazione, proprio come se ci fosse una telecamera dietro lo schermo del tuo visitatore. Una heat map permette di capire quali sono le cose realmente importanti in un sito web.

Step 7: Studia un Budget e quali Persone da dedicare al Marketing

“Creati gli strumenti e pianificato una strategia, servono uomini e mezzi.”

Aver creat un sito web, un blog, una pagina facebook, e cosi’ via, non basta. Ad esempio, dopo aver comprato una macchina, non puoi circolare senza un conducente, benzina, bollo e assicurazione, stessa cosa accade per gli strumenti di web marketing.

Per concretizzare i tuoi sforzi di marketing hai bisogno di Budget, di un Piano e di Persone che lo attuino. Inutile progettare la realizzazione di un nuovo sito, di un blog, di una campagna Pay Per Clic su Google e Facebook se hai in mente di investire 500 euro. Se lo sai prima eviti di perdere tempo e di farlo perdere ai consulenti e societa’ a cui ti rivolgerai. Quindi in base al budget potrai decidere quali e quanti strumenti adoperare. Ma non basta. Per attuare il piano avrai bisogno anche di persone (chi scrive il blog, chi aggiorna il sito, chi cura la pagina facebook ecc…) che possono essere costituite anche di persone gia’ presenti nell’azienda senza dover assumere per forza qualcuno o affidare il servizio in outsourcing.

Mettere in piedi siti web, blog, pagine e profili sui Social Network per poi abbandonarli durante il percorso equivale a mollare le mani dal volante dell’auto mentre si sta andando a 180 km – occhio al flash 😀 – . Il risultato sarebbe disastroso. Oltre a non raggiungere la meta andresti a schiantarti verso qualche muro, palo o albero. Devi avere ben in mente qual e’ la destinazione, quanta benzina ci vuole, la strada che devi imboccare, e quante persone servono, magari per darsi il cambio al volante durante il viaggio.

C’era una volta la bacchetta magica di internet.

Questa idea era molto forte e radicata soprattuto agli albori di internet. Parlo della convinzione che, una volta costruito un sito – senza preoccuparsi se sia stato fatto bene o male – questo poi funzioni magicamente da solo iniziando a generare introiti per l’azienda senza alcuno sforzo ulteriore. Una sorta di gallina dalle uova d’oro. Della serie “sono online e ora aspetto i soldi che arrivano”.

Inutile dire che chi la pensa cosi non conclude niente online. Se entri oggi in internet – esiste da 20 anni – non puoi pretendere di scalzare con un colpo di mano tutti quelli che sono entrati prima di te e che hanno investito nel web tutti questi anni. Online, valgono le stesse regole del mercato off-line, anche li’ – e soprattutto – c’e’ competizione.

“Creare un sito e poi non investirci su (tempo, risorse, advertisting) e’ come comprare un’auto e tenerla in garage per non metterci la benzina.”

Step 8: Crea un Piano per usare tutti gli strumenti in Sinergia

Anche un solo strumento di web marketing puo’ generare risultati soddisfacenti. Ma usando i migliori strumenti in sinergia fra di loro puoi ottenere risultati sorprendenti, in minor tempo.

Sinergia Strumenti Web Marketing

Che cosa intendo per usare tutti gli strumenti in sinergia?
Ti faccio qualche esempio in sequenza.

1) Scrivi un articolo sul tuo Blog
2) Lo diffondi: via Email alla tua Lista, ai tuoi fan della Pagina Facebook e followers su Twitter
3) Grazie al Blog ottieni posizionamenti gratuiti su Google ed indirettamente visite sul tuo Sito Web
4) Il sito web – progettato efficacemente – trasforma una parte dei navigatori in contatti (richieste specifiche)
5) Grazie a Google Analytics scopri gli articoli maggiormente letti sul tuo blog e ti concentri nello scrivere articoli sulla stessa linea (per ottenere ancora piu’ traffico e coinvolgimento)

Step 9: Porta Utenti sul Tuo Sito e Landing Pages

Sia il Blog che il Sito Web, anche se ben progettati, avranno bisogno di tempo prima che raggiungano posizionamenti sui motori di ricerca. Anche la tua pagina fan su Facebook richiede tempo e lavoro prima che raggiunga un buon numero di likers prima di ottenere dei risultati apprezzabili.

In questo ultimo step ti parlero’ dei due strumenti di advertising “pay per clic” piu’ potenti ed utilizzati:

Google AdWords & Facebook Ads.

Google AdWords

“Il 95% degli italiani usa Google per fare ricerche.”

Quando hai a disposizione un pc collegato ad internet ed hai bisogno di informazioni su un qualsiasi prodotto cosa fai? Facciamo un gioco, ti do 4 opzioni:
1) Fai la telefonata da casa
2) Chiedi l’aiuto del pubblico
3) Giri la ruota
4) Vai su Google…

Sono sicuro che hai scelto l’opzione 4 (altrimenti hai sbagliato blog e devi andare sul blog di “Chi vuol essere milionario” 😀 )
La cosa divertente e’ che anche per andare su un portale immobiliare – o altro sito che l’utente gia’ conosce – si usa Google!
Devo andare su immobiliare.it? Vado su Google e scrivo “immobiliare it” invece che digitare l’indirizzo completo nel browser (quel coso che serve per navigare in internet). Non so se fai anche tu cosi’, ma ti assicuro che lo vedo fare spesso.

Ti piacerebbe essere nelle primissimi posizioni di Google quando cercano casa nella tua citta’? Se po fa!!! Grazie a Google AdWords. Ecco un esempio qui sotto:

AdWords ImmobiliareLi vedi gli annunci sponsorizzati sul lato destro della pagina (vedi frecce rosse) oppure nelle prime 3 posizioni della parte centrale? Ecco quelli sono annunci adwords. Gli inserzionisti che vedi hanno scelto come parola chiave “vendita case venezia” per mostrare i loro annunci ogni qualvolta un utente cerca quella parola in Google.

Se vuoi approfondire qui trovi un Mini Corso Gratuito su come usare AdWords nell’immobiliare: www.adwordsimmobiliare.it/report

Facebook Marketing

“29 milioni di Italiani sono su Facebook. Un buon motivo per iniziare a pensare che non e’ un gioco.”

Facebook Immobiliare

Dopo Google, Facebook e’ il secondo sito piu’ visitato al mondo, ma a differenza di Google – dove la durata media di una visita e’ molto breve – su Facebook le persone stanno anche delle ore. Il forte di Facebook e’ la sua viralita’, in grado di espandere a macchia d’olio una notizia nel giro di qualche minuto. Facebook puo’ diventare una importante fonte di traffico per il tuo blog e sito web.

Facebook per il settore immobiliare

Molte agenzie immobiliari e costruttori sono su Facebook, ma la maggior parte di queste non sfrutta appieno le potenzialita’ del mezzo e di conseguenza non ottiene risultati. L’errore piu’ diffuso e’ usare Facebook come se fosse una Bacheca immobiliare. Le persone non vanno su Facebook per vedere annunci immobiliari – se volessero farlo starebbero su un portale immobiliare anziché su un social network. L’errore piu’ grave e’ usare Facebook alla stregua della Televisione o della Radio, della serie “io mando il messaggio tu lo ricevi, punto”.

Altro errore – molto diffuso – e’ usare il profilo privato come se fosse un’azienda (di nome faccio Agenzia, di cognome Immobiliare), attivita’ assolutamente vietata dalle regole di Facebook, pena la sospensione dell’account e conseguente perdita di tutto il lavoro fatto.

Come usare quindi la pagina Facebook per fare Marketing Immobiliare? Ecco alcuni consigli:

  1. Prima di tutto crea una pagina azienda
  2. Offri contenuti di valore, interessanti per i tuoi likers (fan)
  3. Posta gli articoli del tuo blog (e promuovi con gli ads quelli piu interessanti per sfruttare la leva della viralita’)
  4. Fai domande per capire meglio il tuo target (e stimolarlo a interagire)
  5. Dai consigli utili su temi specifici e problemi che assillano i tuoi fan
  6. Promuovi solo le offerte migliori (sbilanciandoti piu’ sulla condivisione di contenuti che di pubblicita’)
  7. Usa Facebook per generare traffico sul tuo sito web

Fare Pubblicita’ su Facebook Ads

A differenza di Google, Facebook ti permette di intercettare il tuo target anche se non ti sta cercando attivamente con le parole chiave. E puoi puntare al tuo target in modo molto preciso. Ecco un esempio di profilazione del target su Facebook:

  • Sesso
  • Eta’
  • Interessi
  • Citta’

Ad esempio potresti indirizzare il tuo annuncio ai residenti della tua citta’, con eta’ compresa fra i 25 ed i 45 anni a cui piacciono le pagine Immobiliareit, Casait, Idealista e Livellocasa.

banner_blog

Commenti Facebook
The following two tabs change content below.
Consulente e Formatore, autore del libro: “I Segreti del Web Marketing Immobiliare”, (Franco Angeli), si occupa di Marketing in Justimmobili - la Web Agency specializzata in Siti Immobiliari. Tiene corsi di Formazione sul web marketing immobiliare. Con questo Blog aiuta agenzie, costruttori ed investitori a conoscere e ad applicare i vantaggi del web marketing nel settore immobiliare.

Lascia un commento