Le Strategie “Segrete” dei Portali Immobiliari (Che Puoi usare Anche Tu)

strategie web portali immobiliari

Un sentimento comune unisce diversi agenti immobiliari riguardo i portali.
Ammettiamolo, c’è un rapporto di odio amore – forse più odio che amore – ma, alla fine resta lo strumento di web marketing immobiliare più utilizzato. Ti basta fare un giro sui portali e vedere quante sono le agenzie del tuo comune abbonate, le stesse che poi sui social newtork inveiscono contro quei cattivoni dei portaloni.

Ti sei mai chiesto perché il tuo sito riceve poche visite e, di conseguenza, le uniche email che ti arrivano dal sito sono quelle del cugggino che ti ha fatto il sito per vederese il modulo contatto funziona ancora? Per capire il motivo che impedisce al tuo sito di decollare e di ricevere il traffico che merita ti basta rispondere a questa domanda:

“Quali strategie metti in campo per generare traffico diretto sul tuo sito?”

Aspetta, aspetta, aspetta!

Fai rispondere me: NIENTE.

Non fai assolutamente N-I-E-N-T-E
(o almeno questo vale per un buon 90% delle agenzie, se fai parte di quel 10% buono mi cospargo il capo di cenere e ti chiedo scusa, con la testa sotto i tuoi piedi, puoi anche muoverli [cit.] )

Adesso vediamo quali strategie “segrete” usate dai portali immobiliari per generare quella massa di traffico in grado di procurare contatti per i suoi abbonati. In realtà non sono poi così segrete, ma possiamo certamente dire “inutilizzate” dalle agenzie immobiliari.

Strategie di Web Marketing usate dai Portali

  1. Posizionamento del sito sui motori di ricerca
  2. Creazione di contenuti di valore (non solo annunci!!)
  3. Un sito web bello, efficiente e facile da navigare
  4. Campagne pubblicitarie in TV nazionali (rai e mediaset)
  5. Campagne pay per clic su Google AdWords

Ti spiego brevemente in cosa consistono le attività di cui sopra.

1) Posizionamento sui motori di ricerca

Il posizionamento sui motori di ricerca ha come obiettivo portare il proprio sito web nelle prime posizioni in corrispondenza delle parole chiave più interessanti. Per fare un esempio, se avessi un’agenzia immobiliare a Roma Eur, mi farebbe sicuramente comodo essere posizionato nella prima pagina di Google quando le persone cercano: “Agenzie Immobiliari Roma Eur” piuttosto che “Appartamenti in vendita Roma Eur”.

Purtroppo il posizionamento sui motori, soprattutto nel settore immobiliare dove i portali dominano incontrastati le prime pagine di Google, presenta diverse criticità:

  • non puoi avere la garanzia del risultato
  • google cambia in continuazione il suo algoritmo per cui alcune attività che fai per posizionare il sito potrebbero andare in fumo
  • un buon SEO (il professionista che si occupa di posizionamento) ha un costo non proprio accessibile, soprattutto perché l’investimento non è modulare,
  • i risultati non sono immediati e potrebbero volerci diversi mesi (per poi magari scoprire che alcune parole per cui hai lavorato non generano contatti)

Attenzione: non sto dicendo che il posizionamento è un’attività inutile, anzi, ma va fatto con criterio, soprattutto in sinergia con altre attività, pena soldi e tempo sprecato.

2) Creazione di Contenuti di valore

Quanti contenuti di valore, che non siano annunci o il tuo “chi siamo”, offri ai visitatori del tuo sito web?
Lasciami rispondere:

Nessuno vero?

Ora fatti un giro su Immobiliare.it, casa.it o Idealista.it
Non trovi solo annunci immobiliari ma tutta una serie di notizie ed informazioni di valore, interessanti per i loro visitatori, per fare qualche esempio:

  • idee per arredare
  • informazioni sul mercato immobiliare del proprio comune
  • consigli per vendere o comprare

Nella fase iniziale di ricerca della casa, le persone cercano informazioni più generali, che vengono ancora prima dell’annuncio con le caratteristiche dell’immobile, cercano informazioni sul quartiere in cui intendono trasferirsi, idee per arredare o ristrutturare, e così via.

3) Un sito web bello, efficiente e facile da navigare

Al di là della penuria di visite sul sito delle singole agenzie immobiliari, hai mai provato a fare un paragone fra il tuo sito web e quello di un portale immobiliare?

C’è un abisso. In un portale, nonostante abbia milioni di annunci, riesci a trovare più facilmente l’immobile che cerchi, mentre sui siti delle agenzie immobiliari a volte non trovi neanche il motore di ricerca interno.Non è detto che devi spendere quello che hanno speso i portali per realizzare un sito efficiente e facile da navigare, basta evitare quelle soluzioni a basso costo fatte con lo stampino.

Insomma, uno dei motivi che spinge le persone a preferire i portali rispetto ai siti delle agenzie è la semplicità di utilizzo, oltre che qualità del design e personalità.
(Che personalità può avere il tuo sito se ha lo stesso modello grafico di altre 100 agenzie ?!?)

4) Campagne pubblicitarie in TV nazionali (rai e mediaset)

Su questo punto non possiamo che arrenderci. Un’agenzia immobiliare non potrà mai fare neanche un solo spot da 15” su Rai 1 o Canale 5 e la cosa non avrebbe neanche senso.

Non conosco il “ritorno sull’investimento” delle campagne fatte da Immobiliare.it in TV, tuttavia immagino il motivo per cui l’abbiano fatto. Il motivo non credo sia per ottenere nuovi visitatori – e soprattutto rientrare dell’investimento – ma piuttosto per affermare definitivamente il brand nella mente delle persone che lo conoscono già.

Infatti immobiliare.it non è stato lanciato dalla TV, è stato lanciato da internet, creando un sito utile per il suo target. Solo dopo essersi affermato come leader di mercato ha deciso di marcare ancora di più questa leadership investendo in TV.
Insomma, aveva tutti i presupposti per farlo. E’ chiaro che, dopo aver utilizzato tutti gli strumenti che il web ti mette a disposizione, non puoi che allargarti ai mass media tradizionali (fare il contrario sarebbe devastante).

5) Campagne pay per clic su Google AdWords

Facci caso. I portali già dominano le prime posizioni dei risultati “non a pagamento”, per intenderci quelli nella parte centrale della pagina, a differenza di quelli “a pagamento” che si trovano sulla colonna di destra (più stretta) o al massimo nelle prime 3 posizioni in alto prima dei risultati cosidetti “naturali” (quelli gratuiti)
Questo vuol dire che, i portali sono già in prima pagina e spendono altri soldi per mostrare – nella stessa pagina – un loro annuncio sponsorizzato (AdWords).

Secondo te sono scemi?

NO, evidentemente no, solo questione di matematica.

Chiediti quante probabilità hai di essere cliccato su una pagina con al massimo 13 risultati, se il tuo sito è presente in 2 (due) risultati anziché uno solo?

Bravo, 2 su 13 anziché 1! Ecco perché lo fanno.

Adesso chiediti, se la tua agenzia non sta neanche nella 100esima pagina e per fare una campagna su Google AdWords non servono i milioni (come in TV) e puoi anche decidere di investire 5€ al giorno, perché non ci sei?

Sicuramente questa è una delle attività che potresti mettere in campo nel 2016 per iniziare a far lavorare il tuo sito web.

Ogni giorno che passa perdi potenziali clienti che cercano casa su Google (e vanno sui portali), scopri come mettere i tuoi annunci nella prima pagina di Google con questo corso specifico per le agenzie immobiliari >> www.adwordsimmobiliare.it

Commenti Facebook
The following two tabs change content below.
Consulente e Formatore, autore del libro: “I Segreti del Web Marketing Immobiliare”, (Franco Angeli), si occupa di Marketing in Justimmobili - la Web Agency specializzata in Siti Immobiliari. Tiene corsi di Formazione sul web marketing immobiliare. Con questo Blog aiuta agenzie, costruttori ed investitori a conoscere e ad applicare i vantaggi del web marketing nel settore immobiliare.

Lascia un commento