Fai questi errori nei tuoi annunci immobiliari?

errori_annunci_immobiliariIn questo articolo scoprirai quali sono gli errori da evitare sui tuoi annunci immobiliari (6 in particolare), che ti impediscono di ottenere più contatti e appuntamenti. Ti ho già parlato del metodo 5 passi + 1 per scrivere annunci efficaci, mentre questa volta mi concentrerò sugli errori da evitare.

Gli annunci immobiliari sono molto importanti per chi deve vendere case. Un singolo annuncio ha un potere enorme, è in grado di attirare nuovi potenziali acquirenti, a patto che sia realizzato con la dovuta cura e professionalità.

Nonostante questo e nonostante le potenzialità di internet, che ti consentono di scrivere annunci senza limiti di spazio, caricare foto ad alta risoluzione, video, planimetrie, tour virtuali ecc… scrivere annunci è un’attività che viene data per scontata e svolta in velocità.

Se ci soffermiamo un momento a pensare, è proprio grazie agli annunci che riceviamo i contatti di potenziali acquirenti. E c’è una bella differenza tra un annuncio fatto in fretta e uno fatto come si deve: ottengono risultati nettamente diversi.

Insomma, dalla qualità media degli annunci immobiliari che vediamo in giro, sembra quasi che gli annunci non siano poi così importanti.

In questo articolo voglio farti riflettere sugli errori più diffusi e su alcuni consigli per rendere i tuoi annunci più performanti e farti aumentare il numero di contatti, a parità di visualizzazioni (e di budget pubblicitario).

Errore #1 dedicare poco tempo

Partiamo dal presupposto che stiamo parlando di un prodotto che costa diverse centinaia di migliaia di euro. Non stiamo parlando di un prodotto economico e non stiamo neanche parlando di prodotti che vendi quotidianamente. Insomma, non è che prendi 10 incarichi al giorno, motivo per cui avresti poco tempo dedicare alla stesura di un annuncio.

Vista la sua importanza e visto l’impatto che un annuncio professionale ha sulle tue vendite, ha senso investire più tempo nella sua realizzazione. Per cui, se oggi dedichi solo pochi minuti alla pubblicazione dei tuoi annunci, cerca di ragionare in termini di ore, non di minuti. Tutto il tempo in più che investi ti viene ripagato con una maggiore efficacia e di conseguenza un maggior numero di appuntamenti.

Errore #2: parlare solo di caratteristiche

Uno dei motivi per cui un annuncio viene realizzato in pochi minuti è che si tratta più che altro di un arido elenco di caratteristiche, fine. Mentre dovresti ampliare i tuoi annunci collegando ogni singola caratteristica ad un beneficio, magari descrivendo anche scene di vita quotidiana che aiutino a visualizzare, “vivere” e idealizzare la casa. In proposito mi piace sempre ricordare la frase di un consulente di marketing rivolta all’azienda che produce il trapano Black&Decker “Il vostro business non è vendere trapani, ma buchi”. Per cui concentrati di più sul beneficio che sulla caratteristica, concentrati sul quadro da appendere piuttosto che sulla punta del trapano.

Errore #3: non usare le emozioni

Questo errore è figlio del precedente. Se vuoi che il tuo annuncio resti impresso nella mente del potenziale acquirente devi suscitare in lui delle emozioni. Diversamente, resterai uno dei tanti annunci “indifferenziati”. Come fare quindi per generare delle emozioni? C’è un modo molto semplice, fatti questa domanda: “Cosa ci si può fare?”
Se ad esempio sto descrivendo un terrazzo, rispondendo alla domanda potrei scrivere una cosa del tipo: “ampio balcone con vista sulle verdi vallate di ulivi, dove potrai cenare a lume di candela o ammirare il sole sorgere mentre bevi il tuo caffè”. In questo modo l’acquirente può immergersi nella vita quotidiana della sua nuova casa.

Errore #4 usare titoli schematici

A seconda del sito in cui pubblichi il tuo annuncio hai più o meno restrizioni, restrizioni che non dovresti avere sul tuo sito web (ne parliamo al punto 6…). Ad ogni modo, quando hai modo di scrivere il titolo del tuo annuncio liberamente, senza restrizioni o imposizioni, devi farlo in modo diverso. Devi da un lato differenziarti dagli altri annunci, dall’altro colpire il potenziale acquirente, condensando in poche parole le peculiarità dell’immobile ed il suo punto di forza. Fare tutto questo in un titolo può sembrare difficile, ma è la reazione che dovrebbe suscitare un titolo efficace. Il Titolo è, in ambito advertising e comunicazione, uno degli elementi fondamentali perché cattura l’attenzione e spinge il potenziale cliente a leggere il resto dell’annuncio. In sintesi, se sbagli il titolo, rischi che il tuo annuncio non venga letto. Per cui, quando hai la possibilità, evita titoli costituiti da “tipologia+indirizzo”, piuttosto prova questa sequenza: “tipologia+beneficio principale+contesto, esempio: “Appartamento ristrutturato immerso nella bellezza del centro storico”.

Errore #5 foto non professionali

Per foto professionali intendo principalmente ordine e pulizia della casa, al di là della qualità dello scatto fotografico (che ha la sua importanza ovviamente). Il testo purtroppo non è l’unico elemento trascurato. Per poter fare foto di qualità è importante avere un buon rapporto con il venditore e la sua disponibilità, ad ogni modo, fotografare una casa disordinata e trascurata non aiuta né l’agenzia né il venditore, perché anziché valorizzare l’immobile lo deprime (l’annuncio dovrebbe fare esattamente il contrario). L’ideale è preparare gli ambienti e fotografarli con la luce ideale. Il guaio è che, se “non fai colpo” con l’annuncio il rischio che non ci sia un “dopo” e cioè una visita del potenziale acquirente, è molto alto. Ecco perché è fondamentale fare subito una buona prima impressione, per avere una possibilità. Ricordiamoci che stiamo parlando di un bene che vale centinaia di migliaia di euro.

Errore #6 non investire sul tuo sito web

Sul tuo sito web non hai i limiti dei portali, di testo, di fotografie, di layout grafico. Inoltre, puoi scrivere liberamente i tuoi titoli, a differenza di alcuni portali che ti impongono un metodo che lascia poco spazio alla creatività. Sul portale i tuoi annunci vengono “ingabbiati”, per essere presentati in modo uniforme, cosa che cozza alla grande con la creatività, con l’efficacia e con l’esigenza di distinguersi dai concorrenti. C’è un altro aspetto per cui dovresti investire maggiormente sul tuo sito web: dare un motivo agli acquirenti di visitare il tuo sito anziché i portali. Diciamoci la verità, la qualità media degli annunci sui portali non è eccelsa, mentre sul tuo sito puoi fare la differenza, fornendo annunci migliori ed una qualità media più alta. Sicuramente due ottimi motivi per spingere l’acquirente a visitare il tuo sito web (dove ci sono solo i tuoi annunci e non quelli dei concorrenti). E poi, cosa non da meno, l’aspetto SEO, ovvero il posizionamento del tuo sito sui motori di ricerca. Google premia quei siti che hanno contenuti lunghi e dettagliati oltre che originali, per cui diventa necessario avere sul proprio sito degli annunci sia “originali” (quindi non una copia di quelli che sono anche sui portali), sia molto dettagliati, quindi più lunghi.

Se vuoi migliorare questa fondamentale competenza, dai un’occhiata al mio nuovo corso www.annuncioperfetto.it

Commenti Facebook
The following two tabs change content below.
Consulente e Formatore, autore del libro: “I Segreti del Web Marketing Immobiliare”, (Franco Angeli), si occupa di Marketing in Justimmobili - la Web Agency specializzata in Siti Immobiliari. Tiene corsi di Formazione sul web marketing immobiliare. Con questo Blog aiuta agenzie, costruttori ed investitori a conoscere e ad applicare i vantaggi del web marketing nel settore immobiliare.

One thought on “Fai questi errori nei tuoi annunci immobiliari?

  1. Pingback: Come Scrivere Annunci Immobiliari che Vendono in 5 passi +1

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.